Valtur, interpellanza urgente Al Ministero dello Sviluppo Economico

Valtur, interpellanza urgente Al Ministero dello Sviluppo Economico

Interpellanza urgente
Al Ministero dello Sviluppo economico – per Sapere – Premesso che:
 
– in data 18 ottobre 2011, Valtur S.p.A. è stata ammessa alla procedura di Amministrazione Straordinaria a mente dell’art. 2, comma 2 del D.L. 23 dicembre 2003, n. 347, convertito con modificazioni dalla legge 18 febbraio 2004 n. 39, (“Legge Marzano”), e sono stati nominati quali Commissari Straordinari l’Avv. Stefano Coen, l’Avv. Daniele Discepolo e il Prof. Avv. Andrea Gemma;
 
 – Valtur S.p.A. in Amministrazione Straordinaria, con sede in Milano, Via Inverigo n. 2 è società attiva nel settore del turismo e svolge, in particolare, attività alberghiera e di gestione di villaggi turistici, nonché di vendita di pacchetti viaggio e soggiorno;
 
– in data 4 aprile 2012, i Commissari hanno presentato al Ministero dello Sviluppo Economico a mente dell’art. 3, comma 3 della Legge Marzano, istanze di attrazione alla procedura di Amministrazione Straordinaria di Valtur per le società controllate di Valtur Villaggio degli Atleti S.r.l. , Villaggio di Ostuni S.r.l. , Villaggio di Marilleva S.r.l., e Mediterraneo Villages S.p.A., dette anche “Le Società Italiane”;
 
– in data 5 aprile 2012, i Commissari hanno presentato al Ministero, a mente dell’art. 4, comma 2 della Legge Marzano, il programma di cessione dei complessi aziendali di Valtur ex art. 54 D.Lgs. 270/99, predisposto secondo l’indirizzo di cui all’art. 27, comma 2, lett. a) del D.Lgs. n. 270/99;
 
– in data 15 maggio 2012, le Società Italiane sono state ammesse alla procedura di Amministrazione Straordinaria a mente dell’art. 3, comma 3 della Legge Marzano e i Commissari sono stati nominati quali Commissari Straordinari;
 
– in data 27 giugno 2012, il Ministero ha autorizzato il Programma;
 
– in data 20 luglio 2012, a seguito di autorizzazione del Ministero in data 17 luglio 2012, i Commissari hanno pubblicato sul “Financial Times” (Ed. Internazionale), su “Il Sole 24 Ore” e su “Il Corriere della Sera” il bando per la presentazione di offerte vincolanti per l’acquisto dei complessi aziendali e delle partecipazioni societarie di Valtur e dei complessi aziendali delle Società Italiane secondo le modalità, termini e condizioni previsti dal disciplinare di gara pubblicato sul sito internet di Valtur in medesima data, con scadenza in data 8 ottobre 2012;
 
– in data 7 settembre 2012, i Commissari hanno ripubblicato il bando in forma abbreviata per conferire maggiore visibilità alla procedura di vendita;
 
– in data 8 ottobre 2012, non sono pervenute offerte vincolanti;
 
– in data 28 novembre viene emesso nuovo bando con scadenza il 28 gennaio 2013, con possibilità di presentare offerte sia per l’intero perimetro che per parte di esso;
 
– a quella data il complesso aziendale di Valtur risulta comprendere (i) la sede amministrativa di Milano, (ii) i rami d’azienda aventi ad oggetto la gestione e commercializzazione dei villaggi “Baia di Conte” (Sardegna), “Colonna Beach” (Sardegna), “Santo Stefano” (Sardegna), “Capo Rizzuto” (Calabria), “Pollina” (Sicilia), (iii) gli accordi di contingentamento aventi ad oggetto i villaggi “Twiga Resort” (Kenya) e “Amarina Resort” (Madagascar) di proprietà di terzi, (iv) il ramo d’azienda avente ad oggetto la vendita di pacchetti viaggio e soggiorno, che comprende le agenzie viaggi site in Milano e Roma e (v) il marchio “Valtur” e gli altri marchi di propriet à di Valtur (gli elementi di cui ai punti (i), (ii), (iii), (iv) e (v), congiuntamente, il “Complesso Aziendale Valtur”). Il complesso aziendale di Villaggio degli Atleti comprende il ramo d’azienda del villaggio sito in Sestriere gestito e commercializzato da Valtur (il “Complesso Aziendale Villaggio degli Atleti”). Il complesso aziendale di Villaggio di Ostuni comprende il ramo d’azienda del villaggio sito in Ostuni gestito e commercializzato da Valtur (il “Complesso Aziendale Villaggio di Ostuni”). Il complesso aziendale di Villaggio di Marilleva comprende i rami d’azienda dei villaggi siti in Marilleva e in Pila gestiti e commercializzati da Valtur (il “Complesso Aziendale Villaggio di Marilleva”). Il complesso aziendale di Mediterraneo Villages comprende il ramo d’azienda del villaggio sito in Favignana gestito e commercializzato da Valtur (il “Complesso Aziendale Mediterraneo Villages”). Il Complesso Aziendale Valtur, il Complesso Aziendale Villaggio degli Atleti, il Complesso Aziendale Villaggio di Ostuni, il Complesso Aziendale Villaggio di Marilleva e il Complesso Aziendale Mediterraneo Villages costituiscono, congiuntamente, i “Complessi Aziendali Italiani”. Le partecipazioni di Valtur attualmente comprendono la partecipazione nella società Valtur Egypt LLC che gestisce il villaggio sito in Sharm el-Sheik commercializzato da Valtur (la “Partecipazione Egitto”) e la partecipazione nella società Blue Horizon Hotels LLC che gestisce il villaggio denominato “Le Flamboyant” sito nell’Isola di Mauritius commercializzato da Valtur (la “Partecipazione Mauritius”). La Partecipazione Egitto e la Partecipazione Mauritius costituiscono, congiuntamente, le “Partecipazioni Valtur ”. I Complessi Aziendali Italiani e le Partecipazioni Valtur costituiscono, congiuntamente, il “Perimetro Core”.
 
 – L’offerente, come da bando,  aveva facoltà di escludere:  fino a 5 dei 9 rami d’azienda dei villaggi turistici italiani e per finalità legate alle procedure di Amministrazione Straordinaria, non poteva invece escludere entrambi i rami d’azienda dei villaggi turistici di Capo Rizzuto (Calabria) e di Favignana (Sicilia); e i rami d’azienda dei villaggi turistici di Marilleva, Ostuni e Pila in via disgiunta fra loro, in quanto i relativi immobili sono oggetto del medesimo contratto di locazione, salvo che l’Offerente non concluda accordi diversi con il locatore prima della presentazione dell’Offerta Vincolante, come di seguito definita, dandone evidenza a Valtur a semplice richiesta di quest’ultima;
 
– in particolare sul ramo d’azienda del villaggio di Pollina (Sicilia) appartenente al Complesso Aziendale Valtur  si segnalava nel bando che alla data di pubblicazione del Disciplinare di Gara, Valtur non aveva un valido titolo di detenzione dell’immobile ove è sito il villaggio di Pollina in ragione della intervenuta risoluzione del relativo contratto di locazione. Pertanto il relativo ramo d’azienda risultava composto solo dagli arredi, dalle attrezzature e dai dipendenti.
 
– A far data dal 16 aprile scorso ho iniziato a partecipare a tutti i tavoli che il MISE ha convocato sulla vicenda, in quanto parlamentare della Repubblica Italiana;
 
– il 7 maggio u.s. i Commissari depositano c/o il Mise l’istanza circa l’ammissione alla vendita;
 
– il 31 maggio scorso i Commissari straordinari  emettono un Comunicato stampa di apertura delle strutture Italia per l’Estate 2013 che così recitava: ‘I Commissari Straordinari della Valtur S.p.A. in A.S. comunicano l’apertura in data odierna delle strutture di Favignana ed Ostuni.
Seguiranno le aperture dei villaggi di Baia di Conte (Alghero), Capo Rizzuto e Marilleva.
Ai clienti che hanno già prenotato pacchetti vacanza per le destinazioni di Pollina e Santo Stefano, villaggi per i quali non è ¨ prevista l’apertura, verranno proposte soluzioni alternative’, a cui ha avuto seguito una importante mobilitazione territoriale;
 
– da quel momento, si sono susseguiti incontri formali e informali con tutte le parti coinvolte nella vicenda Valtur fino ad ottenere la disponibilità di Invitalia e Unicredit Leasing per l’eventuale apertura di Pollina, per sgombrare il campo dal fatto che potesse essere il contenzioso fra le stesse a comportare problemi, circa l’apertura della struttura di Pollina;
 
– il 7 giungo u.s., data del sit – in davanti al MISE, indetto da tutte le sigle sindacali, si è appreso l’impegno da parte dello stesso ministero, espresso dal  Sottosegratario, Senatrice Simona Vicari a ricercare soluzioni utili per evitare la chiusura delle due strutture rimaste chiuse;
 
–  il 18 giugno scorso il Tavolo Ministeriale si concludeva con l’impegno del MiSE nel confermare la disponibilità a riconvocare un incontro nel più breve tempo possibile non appena sarebbe stata ufficializzata la proposta di assegnazione anche al fine di ospitare la trattativa sindacale ai sensi della procedura ex. art. 47 legge n. 428/90 che le parti dovranno formalizzare, nonché di verificare la disponibilità dell’acquirente di gestire le strutture su cui in prima battuta non emergeva un interesse;
 
– il 26 giugno i Commissari straordinari annunciano la decisione del Mise: la Cessione ad Orovacanze riguarda il Marchio, la sede di Milano, i villaggi di Capo Rizzuto, Favignana, Marilleva, Ostuni, Pila, Sestriere, gli accordi di contingentamento relativi ai villaggi di Twiga (Kenya) e Amorina (Madagascar);
Mentre i Commissari avvieranno le formalità per addivenire al perfezionamento dell’aggiudicazione e all’avvio delle consultazioni sindacali, Valtur in AS proseguirà fino al termine della stagione estiva la gestione del perimetro oggetto di cessione e dei villaggi di Baia di Conte e Tiran Beach (Sharm El Sheikh), secondo le modalità operative e commerciali sinora attuate.
 
Tutto ciò premesso e considerato
 
 
Si chiede fra quanto tempo il MISE ha in programma la trattativa sindacale ai sensi della procedura ex. Art. 47  legge n. 428/90 e soprattutto quali sono le azioni che  lo stesso Ministero vuole mettere in campo per scongiurare una crisi occupazionale in regioni come la Sicilia e la Sardegna in cui il turismo rimane ancora il settore economico principale.

0