Il ‪#‎puntonascite‬ di ‪#‎Petralia‬ è strategico per le ‪#‎Madonie‬ e ho chiesto una deroga al ‪#‎ministro‬ Beatrice Lorenzin

Il ‪#‎puntonascite‬ di ‪#‎Petralia‬ è strategico per le ‪#‎Madonie‬ e ho chiesto una deroga al ‪#‎ministro‬ Beatrice Lorenzin

Il ‪#‎puntonascite‬ di ‪#‎Petralia‬ è strategico per le ‪#‎Madonie‬ e ho chiesto una deroga al ‪#‎ministro‬ Beatrice Lorenzin

+++Chiusura punto nascita #Petralia, interrogazione di Culotta (Pd) al Ministro Lorenzin: “Necessario e strategico per le Madonie”+++
La questione della chiusura del punto nascita di Petralia Sottana è stata al centro di un´interrogazione depositata ieri dalla deputata del Pd Magda Culotta e indirizzata al Ministro, Beatrice Lorenzin. Nel documento, Magda Culotta, che è anche sindaco di Pollina, chiede “se il Ministro intenda intervenire nel rispetto delle competenze regionali in materia sanitaria, concedendo una deroga all´ospedale di Petralia Sottana e quindi a tutto il territorio madonita, già abbondantemente dilaniato dai problemi di mobilità così da garantire parità di accesso al diritto alla salute”. Secondo quanto ricordato da Magda Culotta nel documento indirizzato al Ministro, la Regione Siciliana, lo scorso marzo 2015, aveva chiesto al Ministero di competenza di valutare la deroga per 9 punti nascita che registravano volumi di attività inferiori a 500 parti l´anno, a cui era seguita anche un´ulteriore deroga per i punti nascita di Cefalù e Licata, a causa degli oggettivi e insuperabili disagi dovuti alla viabilità siciliana. Nonostante la richiesta, il Ministero ha emesso il proprio parere e stabilito la chiusura, entro il 31 dicembre 2015, dei punti nascita di Mussomeli, Bronte, Lipari, Mistretta, Licata e Santo Stefano di Quisquina, ed entro il 30 settembre 2015 dell´Ospedale Madonna dell´Alto di Petralia.
“L´ospedale di Petralia – ha rimarcato Magda Culotta, nel documento – ha da sempre rappresentato un punto strategico per tutto il comprensorio e oggi lo diventa maggiormente, a causa delle condizioni di isolamento. Inoltre, il traffico sulla statale 643, Polizzi – Scillato, sulla quale è dirottato più dell´80% della viabilità da e per Catania, dopo il crollo del viadotto Himera, è ormai diventato insostenibile e la pericolosità aumentará nei mesi invernali”. Oltre al documento di indirizzo politico, Magda Culotta, nella giornata di ieri, ha incontrato il ministro alla Salute per ricordare come le Madonie siano state scelte come area Prototipale per la Snai, la Strategia nazionale per le aree interne, per la quale è necessario garantire anche elevati standard di sicurezza e di accesso al diritto alla salute, per tutta la popolazione che vive nell´area.
“Mi auguro – conclude Magda Culotta – che l´impegno preso dal neo assessore alla Salute per riformulare una richiesta di deroga al Ministero si concretizzi nel più breve tempo possibile e che il Ministero accolga positivamente la nostra accorata richiesta”.

SANITÀ: CHISURA PUNTI NASCITA, CULOTTA «NUOVA DEROGA PER PETRALIA»

“La decisione di chiudere il punto nascite di Petralia impone una seria riflessione non solo a livello locale, ma anche regionale e nazionale, per trovare una soluzione che vada nel senso opposto rispetto alla scelta del Ministero della Sanità”. A dirlo è Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputata del Pd, commentando la notizia della chiusura del punto nascita dell´Ospedale di Petralia Sottana. “Come deputata e come sindaco di uno dei Comuni delle Madonie – continua Magda Culotta – mi impegnerò fin da ora a sollecitare l’assessorato regionale alla Sanità e quindi il presidente Rosario Crocetta, per stabilire una nuova deroga alla chiusura del punto nascite petralese. Bisogna tenere presente, che il nostro territorio è una delle cosiddette Aree Interne del Paese, in cui l´erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza presenta già´ delle criticità e proprio attraverso la Strategia nazionale di cui ci pregiamo di essere Area Prototipale per la Sicilia, dobbiamo e possiamo ridurre il gap con le Aree più avvantaggiate di noi. Sicuramente la non chiusura del punto nascite di Petralia è, oggi, obiettivo fondamentale di tutto il territorio. Mi impegnerò personalmente – conclude il sindaco Culotta – affinché scegliere di vivere in territori montani non significhi essere destinatari di politiche che non tengono conto delle necessità essenziali, ma piuttosto iniziare ad essere destinatari di scelte che guardino ai bisogni delle nostre realtà, alla riduzione delle difficoltà, oltre che alla promozione di crescita e sviluppo”.