SANITÀ: CHISURA PUNTI NASCITA, CULOTTA «NUOVA DEROGA PER PETRALIA»

“La decisione di chiudere il punto nascite di Petralia impone una seria riflessione non solo a livello locale, ma anche regionale e nazionale, per trovare una soluzione che vada nel senso opposto rispetto alla scelta del Ministero della Sanità”. A dirlo è Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputata del Pd, commentando la notizia della chiusura del punto nascita dell´Ospedale di Petralia Sottana. “Come deputata e come sindaco di uno dei Comuni delle Madonie – continua Magda Culotta – mi impegnerò fin da ora a sollecitare l’assessorato regionale alla Sanità e quindi il presidente Rosario Crocetta, per stabilire una nuova deroga alla chiusura del punto nascite petralese. Bisogna tenere presente, che il nostro territorio è una delle cosiddette Aree Interne del Paese, in cui l´erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza presenta già´ delle criticità e proprio attraverso la Strategia nazionale di cui ci pregiamo di essere Area Prototipale per la Sicilia, dobbiamo e possiamo ridurre il gap con le Aree più avvantaggiate di noi. Sicuramente la non chiusura del punto nascite di Petralia è, oggi, obiettivo fondamentale di tutto il territorio. Mi impegnerò personalmente – conclude il sindaco Culotta – affinché scegliere di vivere in territori montani non significhi essere destinatari di politiche che non tengono conto delle necessità essenziali, ma piuttosto iniziare ad essere destinatari di scelte che guardino ai bisogni delle nostre realtà, alla riduzione delle difficoltà, oltre che alla promozione di crescita e sviluppo”.

Punti nascita, Culotta (Pd): “Difendere punto nascite di Cefalù da scelte dettate da freddi calcoli statistici”

Punti nascita, Culotta (Pd): “Difendere punto nascite di Cefalù da scelte dettate da freddi calcoli statistici”

“I parametri e i freddi numeri non possono decidere le sorti di un territorio né incidere sulla salute dei cittadini. La politica non può e non deve basarsi solo su fredde statistiche da cui deriva l’apertura o la chiusura di un reparto o di una struttura sanitaria”. È quanto afferma Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del PD,  sul provvedimento con cui il governo Crocetta ha deciso la chiusura di alcuni punti nascita, tra cui quello dell’ospedale Giglio di Cefalù. “Questo – aggiunge Magda Culotta – è un presidio troppo importante per la comunità delle Madonie, ma anche per numerosi centri del Messinese e della Sicilia centro-occidentale. Per questo ho intenzione di continuare a seguire la questione direttamente sia da sindaco che da deputato”.
In un documento congiunto i segretari dei circoli del PD dei comuni del distretto 33 hanno esortato tutte le forze politiche a intervenire e ad unire le forze per difendere il punto nascite di Cefalù: “Chiederemo un incontro all’assessore regionale Lucia Borsellino – dice ancora il deputato del PD – Capisco che il momento in ambito sanitario in Sicilia è drammatico, ed è chiaro che quanto accaduto recentemente impone una grande riflessione e un forte rigore nell’applicazione dei parametri che portano poi alla chiusura dei centri nascite, ma proveremo in tutti i modi a difendere l’ospedale di Cefalù”