La politica delle ‪#‎trazzere‬

La politica delle ‪#‎trazzere‬

Sulle ‪#‎Madonie‬ c’è una storia, che si tramanda da alcune generazioni, legata a un gruppo di ladri messi in fuga da due pastori. La storia (o leggenda che dir si voglia) parla di due giovani temerari che affrontano una decina di banditi cominciando a sbattere pentole e arnesi, facendo una caciara incredibile, urlando e chiamando all’appello decine di personaggi inesistenti e fingendo di essere almeno una cinquantina. Sapete cosa succede? Alla fine il trucco ottiene il risultato sperato: i ladri fuggono pensando di essere accerchiati, le pecore e i formaggi restano al sicuro e i due pastori festeggiano l’impresa tramandanola, appunto, di generazione in generazione. Read More

TRASPORTI: CULOTTA «IN SICILIA SITUAZIONE IMBARAZZANTE»

TRASPORTI: CULOTTA «IN SICILIA SITUAZIONE IMBARAZZANTE»

PALERMO (ITALPRESS) – «La chiusura di ieri, per più di quattro ore, della tratta ferroviaria Leonforte-Enna e l’incendio, oggi, di un camion sulla strada statale per Polizzi Generosa, uniche vie di collegamento da e per Catania, dopo il crollo del viadotto Himera, impongono una riflessione costante a tutte le istituzioni».

Lo dice Magda Culotta, deputato del Pd e sindaco di Pollina, nel palermitano. «Già domani – prosegue – presenterò un’interrogazione urgente in Commissione Trasporti per verificare le ragioni che hanno portato alla chiusura della tratta ferroviaria. Bisogna lavorare duramente affinchè l’imbarazzante situazione dei collegamenti siciliani possa essere costantemente all’attenzione del Governo, per ridurre al minimo i disservizi e rispettare il cronoprogramma stabilito per il ripristino della viabilità autostradale. Pretendere che i mezzi pesanti si inerpichino sulle strade delle Madonie, soprattutto con questo caldo – sottolinea la parlamentare del Partito democratico – è pericoloso sia per i conducenti dei camion sia per tutti gli automobilisti che quotidianamente sono costretti a percorre la statale per Polizzi.

Non è più rinviabile la manutenzione di tutta la viabilità siciliana per garantire la sicurezza necessaria», ha concluso Culotta.

(ITALPRESS).

ave/com

21-Lug-15 18:07

NNN

Viadotto Himera, risoluzione di Culotta (Pd) in Commissioni Ambiente e Trasporti

Viadotto Himera, risoluzione di Culotta (Pd) in Commissioni Ambiente e Trasporti

Il cedimento di un pilone del viadotto Himera sulla Palermo-Catania, e la conseguente chiusura dell’autostrada, sono stati oggetto di una risoluzione presentata congiuntamente alle Commissioni Ambiente e Trasporti dal deputato siciliano del Partito Democratico Magda Culotta.

Nel documento di indirizzo politico si evidenziano innanzi tutto le “gravissime conseguenze per la viabilità dell’intera isola, poiché l’autostrada è un’infrastruttura essenziale per la Regione Siciliana” poiché “è l’unico collegamento veloce tra Palermo e Catania e non ci sono alternative modali. I veicoli in transito – si legge nel documento – sono dirottati su una statale inagibile da tempo, con un tracciato segnato da buche e richiede un percorso aggiuntivo di circa un’ora e mezza,  con insostenibili disagi per gli automobilisti e gravi conseguenze per il trasporto pubblico di studenti e pendolari”.
Nella risoluzione, presentata questa mattina dalla deputata del Pd, che è anche componente della Commissione Trasporti, si ripercorrono tutti gli avvenimenti accaduti e si indirizza il Governo Renzi ad “accertare le responsabilità degli enti incaricati della gestione, manutenzione e controllo delle strade e delle autostrade; ad adottare tutti gli interventi necessari ad impedire ulteriori frane, cedimenti o crolli sul reticolo stradale e autostradale dell’isola; a disporre la rapida progettazione, l’appalto e la realizzazione dei necessari interventi in tempi rapidi e definiti; ad individuare percorsi alternativi per ridurre i disagi per gli automobilisti; a garantire efficaci alternative modali, con il potenziamento dei collegamenti ferroviari ed aerei tra Palermo e Catania; a individuare ed impegnare nell’immediato le necessarie risorse; di garantire costanti ed efficienti controlli durante l’esecuzione dei lavori, adeguati collaudi e un costante monitoraggio dell’efficienza e della manutenzione delle infrastrutture stradali e – in conclusione – a vigilare su eventuali inerzie e ritardi della pubblica amministrazione nel monitoraggio e nella realizzazione degli interventi relativi al dissesto idrogeologico del territorio”.
“L’impegno e l’attenzione sulla questione – assicura Magda Culotta, che è anche sindaco di Pollina – sono e resteranno alti”.