Aggressione a Bianco, Culotta (Pd): “Preoccupa il crescente clima di odio contro le istituzioni”

Aggressione a Bianco, Culotta (Pd): “Preoccupa il crescente clima di odio contro le istituzioni”

R/SIC
BIANCO: PIOGGIA DI SOLIDARIETÀ PER IL PRIMO CITTADINO DI CATANIA-5-
Lungo e affettuoso colloquio telefonico tra il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e il sindaco di Catania, Enzo Bianco. Al centro della telefonata, la solidarietà e la vicinanza del ministro per il grave gesto subito dal sindaco: «Un gesto gravissimo, deprecabile, disgustoso che deve essere subito isolato e condannato con determinazione. L’aggressione e la mancanza di
rispetto nei confronti dell’altro e, in questo caso, di un rappresentante delle istituzioni, sono il segnale di una tensione che non deve essere sottovalutata».
Anche il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Maria Carmela Lanzetta, esprime solidarietà al Sindaco di Catania, Enzo Bianco, che stamattina è stato aggredito nella sua città.
«Voglio trasmettere al Sindaco Bianco la mia vicinanza per il brutto episodio di cui è stato vittima – ha detto il Ministro
Lanzetta – A lui e a tutti gli amministratori locali che purtroppo sono spesso i più esposti a forme di violenza perchè in prima linea come rappresentanti dello Stato sul territorio al servizio dei cittadini, esprimo sincera solidarietà e l’incoraggiamento ad andare avanti, con generosità e determinazione, nel loro preziosissimo lavoro quotidiano».
Solidarietà anche da Confindustria Sicilia, che si dice vicina a Enzo Bianco, sindaco di Catania. «È necessario – afferma
Antonello Montante, presidente degli industriali siciliani – garantire un clima di serenità, affinchè ciascuno possa lavorare
al meglio per il bene della collettività».
(ITALPRESS) – (SEGUE).
vbo/com
19-Nov-14 16:32
NNN
R/SIC
BIANCO: PIOGGIA DI SOLIDARIETÀ PER IL PRIMO CITTADINO DI CATANIA-6-
Solidarietà a Bianco viene manifestata anche da Enzo Napoli, segretario provinciale PD Catania, Livio Gigliuto coordinatore
cittadino PD, Angelo Villari dirigente regionale PD e delle parlamentari Luisa Albanella e Concetta Raia; da Anthony Barbagallo, parlamentare regionale del PD e sindaco di Pedara; dal sindaco di Firenze Dario Nardella; dalle Acli Sicilia; da Confcooperative Sicilia; da Dore Misuraca, deputato del Nuovo Centrodestra e responsabile nazionale degli Enti locali; dal senatore catanese Antonio Scavone, vicepresidente vicario del gruppo Grandi Autonomie e Libertà; da Giovanni D’Avola capogruppo Pd al Consiglio Comunale di Catania; dal segretario regionale IdV Sicilia Salvatore Messana; da Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars; da Magda Culotta, deputata del Pd e sindaco di Pollina; dalla Cisl Sicilia; da Vincenzo Gibiino, coordinatore di FI in Sicilia; dal vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico.
(ITALPRESS).
abr/com
19-Nov-14 17:42
NNN

 

Aggressione a Bianco, Culotta (Pd): “Preoccupa il crescente clima di odio contro le istituzioni”

“L’aggressione a Enzo Bianco è un fatto grave che impone una seria riflessione sulla sicurezza degli esponenti delle istituzioni. Purtroppo, la grave crisi economica che ormai da anni imperversa nel Paese, la disoccupazione, l’emergenza abitativa e, più in generale, le frustrazioni che affliggono la società,
pongono spesso sindaci e amministratori locali nella scomoda posizione di bersaglio di proteste e attacchi sia di singoli che di gruppi organizzati”. Lo dice Magda Culotta, deputata del Pd e sindaco di Pollina, esprimendo anche la sua “massima e incondizionata solidarietà” al sindaco di Catania, Enzo Bianco, vittima questa mattina di una violenta aggressione sotto casa. “Ormai chiunque, anche a causa dei toni sempre più aspri – aggiunge Magda Culotta – si sente legittimato a scagliarsi contro gli esponenti delle istituzioni e soprattutto contro i sindaci che, della classe politica, rappresentano l’anello più vicino ai cittadini. Oggi, più che mai, bisogna invece convogliare tutte le energie, anche quelle critiche, verso la ripresa e smorzare il clima di tensione e di odio alimentato giorno dopo giorno contro la classe politica”.

0