La sfida di Pierluigi.

Io ho fiducia.

Negli italiani che hanno scelto di cambiare, innovando con il loro voto il Parlamento italiano. In quegli uomini e donne elette che vedono la possibilità di moralizzare la politica e le sue scelte partendo da principi sani che guardino al bene comune. Ho fiducia in quegli eletti “nuovi”, che fuori dalle logiche dello schieramento, vogliono lavorare per cambiare l’Italia. Nei volti nuovi che potranno far parte della squadra di governo rappresentando la parte migliore del nostro Paese. Per questo io ho fiducia in Bersani. La sua sfida è la sfida di tutti noi.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affidato a Pier Luigi Bersani l’incarico di “verificare l’esistenza di una maggioranza parlamentare” per la formazione del governo.
“Dalle consultazioni ho tratto il senso di una larga condivisione – ha detto Napolitano, parlando nella sala stampa del Quirinale -. Diverse sono state le indicazioni per risolvere la crisi di governo e di aprire la discussione in Parlamento”.

Preso atto che è“impossibile una grande coalizione”, il capo dello Stato ha riferito che “altre importanti forze politiche hanno espresso volontà di cambiamento attraverso riforme, avviate o attese. Ma non tocca a me vagliare piattaforme programmatiche. A tutti credo di poter dire che è apparsa chiara la portata delle sfide”.
“L’Italia deve darsi un governo e assicurare la vitalità della nuova legislatura e del nuovo Parlamento”, ha aggiunto il presidente.
Per Napolitano “l’incarico di oggi è il primo passo di un cammino. Oggi si apre una fase decisiva per l’Italia”.

“Ringrazio Napolitano per l’incarico che mi ha conferito, che svolgerò con la massima determinazione e ricercando ponderazione ed equilibrio”.
Queste le prime parole di Pier Luigi Bersani nella sala stampa del Quirinale, subito dopo l’annuncio da parte di Napolitano del conferimento dell’incarico.

“Lavorerò per l’avvio di una legislatura con un governo che generi cambiamento” e per avviare “un percorso di riforma che sia in grado di realizzare quello non è stato fatto qui, e cioè aspetti rilevanti di riforme costituzionali e politico-elettorale”.

“Il primo passo sarà incontrare le forze parlamentari – ha detto il presidente del Consiglio incaricato – ma senza dimenticare il colloquio con i soggetti sociali”.

“Incontrerò le forze parlamentari con le idee chiare”, ha concluso Bersani.

0