Frana a Polizzi Generosa (PA):”Il MInistro intervenga subito per evitare problemi di sicurezza”

Frana a Polizzi Generosa (PA):”Il MInistro intervenga subito per evitare problemi di sicurezza”

Una frana ha coinvolto la SS 643 isolando il comune di Polizzi Generosa – spiega Magda Culotta deputata siciliana del Partito Democratico – con gravi disagi per tutti i pendolari, di studio e lavoro, impedendo, inoltre, i collegamenti di sicurezza e per le strutture ospedaliere.
Chiedo che il Ministero si attivi da subito per raccordare le diverse parti coinvolte e ripristinare immediatamente la viabilità. C’è un serio problema di sicurezza – conclude la giovane deputata – che mette in crisi un’intera comunità.

 

Testo

Interrogazione in Commissione
Al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Premesso che:

Dal 6 gennaio scorso, la SS 643 nei pressi di Polizzi generosa, comune
del palermitano, rimane chiusa al traffico per il crollo durante le
ore notturne di un muro di contenimento privato sulla sede stradale al
km 4,000 circa;

Fortunatamente non si sono registrati danni a persone;

Un centinaio di cittadini del comune di Polizzi Generosa ha occupato
nella mattina dell’8 gennaio l’aula consiliare per chiedere interventi
immediati per riaprire la statale 643 preoccupati per i disagi legati
all’isolamento della loro comunità;

A seguito di una serie di sopralluoghi da parte dei tecnici del
Comune, del Genio Civile e dell’ANAS, si è deciso di mettere in
sicurezza tutta l’area interessata dal crollo del muro, prima di
liberare completamente la strada dalla frana;

I commissari prefettizi in forza al momento presso il comune di
Polizzi Generosa, hanno in data 14 gennaio inoltrato richiesta al
Presidente della Regione, dello stato di calamita’ così da ottenere il
riconoscimento da parte dello stesso da parte della presidenza del
Consiglio dei ministri.

Considerato che

Il comune di Polizzi Generosa ad oggi risulta completamente isolata,
con gravi disagi per tutti coloro che giornalmente si spostano per
motivi di studio e di lavoro e per tutti coloro che per le stesse
regioni devono raggiungerla, con l’aggravante legate alle difficoltà
di raggiungimento di ospedali,

si chiede

quali azioni il Ministero interrogato ha posto in essere o intende
porre in essere al fine di raccordare le diverse parti coinvolte per
l’immediato ripristino della viabilità, se è possibile nelle more
della messa in sicurezza di tutta l’area, che richiedera’ chiaramente
tempi più lunghi, di rendere fruibile solo una parte della carreggiata
della SS 643 con la conseguente uscita dall’isolamento e il ritorno ad
una normale vivibilità per la comunità colpita dalla frana.

0