E’ stata una fiducia sofferta, non si può giocare con il futuro dell’Italia e degli Italiani.

E’ stata una fiducia sofferta, non si può giocare con il futuro dell’Italia e degli Italiani.

Questi giorni che ci hanno portato a discutere sulla fiducia al nuovo Governo Letta sono stati molto convulsi. Il nostro partito e anche il popolo democratico è stato attraversato da discussioni e dibattiti infiniti sulla bontà e sull’opportunità di tale scelta.
Era possibile far meglio e in altro modo. E’ quello a cui tutti puntavamo. Arrivare ad un Governo con il PDL non era, nella mie speranze e nelle speranze di tanti, l’ipotesi migliore di governo.
Ma non possiamo nemmeno nasconderci dal fatto che ci siamo infilati in un vicolo cieco.
Spinti lì dentro da un risultato elettorale che, dobbiamo ammetterlo, non ha visto nessun vero vincitore e da un’implosione interna del PD che ha messo a nudo tutte le sue spettrali fragilità.

In un articolo di oggi su L’Unità, così Michele Prospero scrive: “La responsabilità, anche quando riguarda la genesi di formule politiche per nulla gradite, è una risorsa che in politica non bisogna mai accantonare. E’ per questo che non si può far fallire il Governo. Altrimenti, la sconfitta già così pesante si converte in tragedia”.

La mia è stata una fiducia sofferta, ma non possiamo giocare con il futuro dell’Italia e degli Italiani.

Di fronte al dramma delle famiglie e delle imprese che chiedono a tutto il parlamento un atto di forza e di coraggio per dare a questa situazione economica e sociale una mossa, noi non potevamo dare segnali di debolezza, vista, anche, la poca credibilità che ha la politica in questi tempi.
Credo oltremodo che la proposta di Governo di Enrico Letta, sia una proposta ambiziosa e prudente. La proposta di Un paese proiettato in avanti con donne e uomini di cambiamento nella direzione di una politica che guarda ai problemi degli italiani e al distacco che essa ha creato con loro.
Serviva un Governo all’Italia. Noi abbiamo fatto la nostra parte.
Adesso ci tocca fare in modo che questo percorso non soffochi fra le mani dei soliti burattinai. Io ho l’abitudine di dire e fare sempre le cose alla luce del sole. E credo, che qualunque sia il Governo in carica ci sono idee che non possono tramontare.

0