“Con le mie idee, voglio rappresentare il popolo di centrosinistra”.

Non ho mai nascosto la mia natura un po’ sfacciata che ha una qualità che spesso alla politica da fastidio: dire le cose, in faccia, per come sono realmente.

Ho sempre espresso la mia idea di sviluppo per il mio territorio e la visione della Sicilia e d’Italia che ho, senza nascondermi o pescare fra idee trite e ritrite di una politica che non c’è più.

Sento che abbiamo il dovere, noi cittadini eletti, di rappresentare le esigenze della nostra gente.

Come Sindaco, ho imparato che la sintesi la puoi raggiungere quando percepisci qual è l’unità di intenti collettiva.

Credo che il mio Partito, debba essere rappresentato da uomini e donne che non guardino in faccia alle appartenenze o ai nepotismi politici, ma che riesca a comprendere, come fanno tanti democratici nei territori, che le differenze interne vengono superate con l’unità d’intenti per il bene comune.

Sto liberamente dentro un partito che oggi offre alla mia terra una possibilità democratica, quella di scegliere i propri eletti, in barba ad una legge elettorale vergognosa..

Io lavorerò per il mio territorio, a prescindere dalle sue differenze, economiche sociali e soprattutto politiche.
Lavorerò, lavoreremo, peché crediamo che la Sicilia e l’Italia siano davvero primarie.

0