POLLINA – Cultura, delegazione di Pollina a Frontignan per l’incontro tra le Città che aderiscono al Festival Sete Sóis Sete Luas

POLLINA – Cultura, delegazione di Pollina a Frontignan per l’incontro tra le Città che aderiscono al Festival Sete Sóis Sete Luas

Un concorso musicale per band siciliane, un laboratorio gastronomico sulla cucina portoghese, un laboratorio di lettura creativa dedicato al Premio Nobel Josè Saramago, e poi ancora incontri musicali con artisti provenienti da ogni parte del mondo e uno scambio di prodotti tipici, tra cui la manna, tra i diversi Paesi che aderiscono all´iniziativa. Sono solo alcuni degli appuntamenti, che il comune di Pollina ha ospitato nell´ambito del Festival internazionale Sete Sóis Sete Luas (SSSL). Per questo motivo, sabato 11 aprile a Frontignan, nel sud della Francia, il Comune madonita sarà presente al 14° incontro internazionale delle Città e delle Istituzioni del Festival Sete Sóis Sete Luas. Per l´occasione Pollina, rappresentato da Maria Giuliana, in qualità di esperto alle politiche culturali e turistiche del comune e su delega del sindaco Magda Culotta, parteciperà assieme ai rappresentanti – sindaci, assessori e funzionari alla Cultura – dei 13 Paesi che aderiscono all´iniziativa. Oltre al comune di Pollina, presenti delegazioni provenienti dal Brasile, Capo Verde, Croazia, Francia, Grecia, Israele, Marocco, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna e Tunisia. Durante la manifestazione, Maria Giuliana interverrà per presentare l´esperienza del comune madonita all’interno del Festival, illustrando le caratteristiche sociali, culturali, geografiche e turistiche del proprio paese ed evidenziando i progetti culturali e artistici avviati nel corso del 2014. Sarà anche ricordata la partecipazione del gruppo Lorimest che, vincitore del Premio Rivelazione SSSL nel 2014 a Pollina, sarà ospite durante la cerimonia di apertura dell´ edizione 2015 del Festival, il prossimo 17 luglio a Piran, in Slovenia. Il Festival promuove la musica popolare contemporanea e le arti figurative, con la partecipazione di grandi figure della cultura mediterranea e del mondo lusofono. Ha ricevuto il sostegno dell´Unione Europea con i Programmi Caleidoscopio, Cultura2000 e Interreg IIIB Medocc per la sua dimensione europea e la qualità culturale del progetto. Al termine dei lavori verrà firmata la nuova Carta che determina gli obiettivi della Rete culturale della kermesse artistica che raggruppa paesi provenienti da ogni parte del mondo.

ENDURO TOUR, Culotta (PD): “Pollina le madonie protagoniste nello sport e nel turismo di qualità”

ENDURO TOUR, Culotta (PD): “Pollina le madonie protagoniste nello sport e nel turismo di qualità”

“È un onore per il nostro territorio ospitare una gara così importante che vede la partecipazione di atleti di fama internazionale”. Commenta così il sindaco di Pollina e onorevole del Pd, Magda Culotta, il gran finale del Bluegrass Enduro Tour, la gara più importante del mountain biking siciliano che si terrà nelle giornate del 26-27-28 settembre tra i sentieri di Pollina e Castelbuono. “Quest’anno – aggiunge il sindaco Culotta – la competizione partirà con uno special stage proprio da Pollina, attraverso un percorso cittadino che si snoderà dal Teatro Pietra Rosa fino alle porte del paese. Mi auguro che questa manifestazione possa aprire la strada ad altri eventi che coinvolgano i nostri paesi e i nostri meravigliosi percorsi naturali, che ben si adattano a gare di enduro come questa”.
“Le Madonie – conclude Magda Culotta – possono offrire tanto a un turismo sportivo e di qualità”.

BLUEGRASS ENDURO TOUR – POLLINA SPECIAL STAGE

tratto da madoniemtbresort

La prima giornata di gara del Bluegrass Enduro Tour si svolgerà nello splendido villaggio di Pollina. Uno special stage all’interno di uno dei centri abitati più belli delle Madonie.

Secondo alcuni storici, Pollina sarebbe la moderna erede di Apollonia, antica città della Magna Grecia. Non vi sono tuttavia reperti che avvalorino questa ipotesi. Lo sviluppo turistico della zona cominciò negli anni ’70 del Novecento, quando su progetto dell’architetto Foscari fu costruito, sulle linee del teatro greco, un teatro all’aperto ricavato da una roccia dolomitica, dal particolare colore metà rosato e metà bianco, da cui il nome di “Pietrarosa”.

Recarsi a Pollina vuol dire assistere ad uno spettacolo: la struttura, la posizione panoramica ed il senso di dominio che ne scaturisce per quella angolazione di veduta, così ampia, da costa a costa, l’estesa visione del mare, la musica del vento, il profumo del sale, i misteri delle nebbie che a sera salgono, il percorso che bisogna fare per giungervi tra la natura. Quando vi si arriva, si è accolti da antiche case arrampicate tra le rocce, da minuscole chiesette, da stradine lastricate di pietra. A Pollina si percepisce il passato e dalla sua posizione di dominio si vorrebbe vedere anche un sereno futuro. Questa piccola pubblicazione nasce dal desiderio di promuovere Pollina e Finale nella loro interezza, con l’occhio attento al turismo “colto” ed attento anche ai bisogni umani: al turismo del “conoscere”.

XXVII Sagra della Manna: “Da Slow food alle De.Co. per rilanciare un prodotto unico”

XXVII Sagra della Manna: “Da Slow food alle De.Co. per rilanciare un prodotto unico”

Domenica 31 agosto al via la XXVII Sagra della Manna a Pollina che vedrà rivivere il centro storico fra teatro, dibattiti, musica e degustazione di prodotti tipici in collaborazione con il Gal e i Fratelli Fiasconaro.

“E’ l’anno della consacrazione del nostro percorso in questi anni, del mio mandato, abbiamo aperto il Museo della Manna e i campi dimostrativi in collaborazione con i frassinicoltori, abbiamo avviato il percorso delle De.Co. (Denominazioni Comunali) per certificare ancora di più la tipicità e l’unicità del prodotto manna, che rimane sempre un presidio Slow Food. C’è ancora parecchio da fare e siamo sicuri che nel futuro potremo affrontare le sfide che il tema della produzione della manna e della sua commercializzazione ci pongono davanti”.
Eventi Pollina: “Il Valdemone Festival è stato un successo straordinario”

Eventi Pollina: “Il Valdemone Festival è stato un successo straordinario”

Sono stati tre giorni ricchi di eventi, spettacoli e “magie” che hanno riempito ogni vicolo, strada e piazza di Pollina con la straordinaria bravura degli artisti e attori di strada.
“E’ stato l’anno della consacrazione definitiva – spiega il Sindaco Culotta – di un evento che oramai si candida ad essere la punta di richiamo fra le manifestazioni estive siciliane. Sono soddisfatta perché da ragione a chi, come noi, crede che si possa fare del connubio turismo-cultura un traino per l’economia locale”.
Il Valdemone Festival, organizzato dall’associazione “Tanto di Cappello”, ha trovato la formula giusta, coinvolgendo i bambini, le famiglie e i giovani in un tour fra le vie di Pollina, guidati da artisti con spettacoli e numeri fantastici.
“Per una piccola comunità è motivo d’orgoglio riuscire ad ospitare una manifestazione che accoglie tutti questi turisti, ospiti – conclude il giovane Sindaco – che scoprono e riscoprono Pollina ma anche la sua voglia di confrontarsi con il mondo a viso aperto, pronta alla grande sfida di un turismo culturale sostenibile reale e concreto”.