Avvertimento a Pollina, Culotta (Pd): “Clima preoccupante attorno al tema dell’acqua”

Avvertimento a Pollina, Culotta (Pd): “Clima preoccupante attorno al tema dell’acqua”

“Il clima di tensione che si sta alimentando attorno al tema del ritorno delle reti idriche ai Comuni è preoccupante. Ma se qualcuno pensa di imporre le proprie idee con minacce o messaggi intimidatori ha sbagliato strada”. È quanto afferma il sindaco di Pollina, Magda Culotta, all’indomani del rinvenimento di un sacco contenente la testa e le interiora di un capretto accanto al depuratore. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri che stanno conducendo indagini per risalire agli autori del gesto. Read More

Verbumcaudo, Culotta (Pd): soddisfazione per la nomina del Cda, ma sui beni confiscati serve cambio di passo

Verbumcaudo, Culotta (Pd): soddisfazione per la nomina del Cda, ma sui beni confiscati serve cambio di passo

“Sono molto soddisfatta per la nomina del Consiglio di Amministrazione che si occuperà del Feudo di Verbumcaudo. Questa scelta è un passaggio fondamentale, forte, che dà un messaggio chiaro: la politica è presente e può concretamente creare condizioni per fare della legalità uno strumento di sviluppo”. Commenta così Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del PD, la notizia della costituzione del Consorzio “Madonita per la Legalità e lo Sviluppo” e la nomina del Consiglio di Amministrazione, che sarà presieduto dal sindacalista della Cigl Vincenzo Liarda, per la gestione del Feudo Verbumcaudo di Polizzi Generosa.
“È dovere delle istituzioni – prosegue Magda Culotta – avviare un processo di normalizzazione per la restituzione di diritti fondamentali come la legalità per generare sano sviluppo”.
“Tuttavia – conclude il deputato del Pd – sulla gestione dei beni confiscati serve un cambio di passo e una riforma dell’Agenzia nazionale: troppo spesso assistiamo infatti ad aziende che chiudono dopo il passaggio dalla mafia allo Stato e troppo spesso vediamo immobili, terreni e altre strutture finire nel degrado quando invece potrebbero contribuire a risolvere emergenze come quella abitativa o occupazionale. Già al viceministro Bubbico avevamo posto la questione, partendo dalla travagliata vicenda che sta accompagnando il passaggio allo Stato delle società del Gruppo Aiello di Bagheria, incalzandolo sulla strada delle scelte. Le confische di aziende e patrimoni alla criminalità organizzata non possono, come succede fin troppo spesso, aprire la strada a fallimenti o licenziamenti di massa, ma devono rappresentare un’occasione di riscatto per il territorio e per i siciliani onesti”.

Enti Locali: “Ho firmato per sostenere il DL “Piccoli Comuni” e dare strumenti e speranza alle piccole comunità”

Enti Locali: “Ho firmato per sostenere il DL “Piccoli Comuni” e dare strumenti e speranza alle piccole comunità”

“Ho apposto la mia forma sul DL “Piccoli Comuni” proposto dall’onorevole Realacci, che è al momento al vaglio delle commissioni Bilancio e Ambiente, perché rappresenta – dichiara l’onorevole Magda Culotta – una risposta concreta ai bisogni crescenti dei territori più deboli per far si che le loro criticità si trasformino in opportunità.
Il disegno di legge – continua la deputata siciliana – contiene diversi Incentivi per contrastare lo spopolamento e l’impoverimento
economico, consentendo così alle comunità con meno di 5000 abitanti, a quelle montane e rurali di avere la disponibilità di strumenti nuovi e utili per poter governare al meglio i propri processi politici ed economici.
Lavoreremo – conclude Culotta – affinché il provvedimento possa essere licenziato in tempi brevi così da offrire ai Sindaci e alle loro comunità nuove possibilità di sviluppo che gli consentiranno di uscire dall’isolamento”.

Con la CGIL Palermo, per una legge efficace e chiara sul riutilizzo dei beni confiscati alla mafia.

Con la CGIL Palermo, per una legge efficace e chiara sul riutilizzo dei beni confiscati alla mafia.

Il messaggio inviato con Franco Ribaudo all’iniziativa di oggi della CGIL “Il lavoro contro la mafia”
“Da tempo, la Cgil si è fatta promotrice di una legge per il riutilizzo dei beni confiscati. Le battaglie, per nulla simboliche, come quella del feudo di Verbumcaudo, non possono trovare un esito definitivo se non costruiamo un quadro legislativo chiaro ed efficace.
Oggi non possiamo essere con voi fisicamente per impegni di lavoro alla Camera, ma siamo con voi come compagni di questa battaglia. Una battaglia che sta crescendo sempre di più nella società civile. Faremo quanto ci è possibile, nelle sedi istituzionali e politiche, per ottenere una legge condivisa per la semplificazione e il riutilizzo dei beni confiscati alla mafia. Possiamo dimostrare che la democrazia può essere costruita dal basso, sintesi politica di una storia forte
di un sindacato come la Cgil.”

Pollina con “Acqua Dotta” un primo passo sperimentale per ridare l’acqua ai cittadini, mentre la Regione Sicilia tentenna ancora.

Pollina con “Acqua Dotta” un primo passo sperimentale per ridare l’acqua ai cittadini, mentre la Regione Sicilia tentenna ancora.

Dopo un’odissea durata vent’anni, il Consiglio Comunale ha deciso, su proposta dell’Associazione “Acqua Dotta”, di concedere in uso ai cittadini, delle contrade Montenero, Nicolizia, Zabbra, la rete idrica realizzata nel 2005 ma mai messa in uso. Read More