Acqua: deputati Pd, inopportuna impugnativa legge regionale

Acqua: deputati Pd, inopportuna impugnativa legge regionale

(ANSA) – PALERMO, 20 OTT – “Siamo davvero curiosi di leggere le ragioni che hanno convinto il Cdm a impugnare la legge sulle risorse idriche partita dall’Ars. Impugnativa che, a prima considerazione, ci appare assolutamente inopportuna”. Lo dicono i deputati siciliani del Pd alla Camera Antonino Moscatt, Franco Ribaudo e Magda Culotta. “Se il tutto dovesse essere legato alla possibilita’ dei comuni di gestire ‘in house’, ci sarebbe una discrepanza tra le direttive europee 2014/24/UE e 2014/25/UE e la legge sugli appalti in discussione in questo periodo, la quale sostiene tutto l’opposto autorizzando, o meglio contemplando, tale procedura. Condizione che, a nostro avviso, – continuano Moscatt, Ribaudo e Culotta – la legge regionale rispetta pienamente”. “Questo provvedimento e’ frutto di un lavoro lungo e attento che ha coinvolto amministratori locali, associazioni, movimenti e partiti politici. L’impugnativa, dunque, fa ancora piu’ male. Cio’ non ci esime di difenderla attraverso tutte le procedure che si concorderanno e restare in prima linea a fianco del Pd siciliano e del governo regionale”, concludono i deputati Moscatt, Ribaudo e Culotta. (ANSA).
COM-APE/GIU 20-OTT-15 17:56 NNNN
0