L’arte ti somiglia | MIBACT

La può cambiare l’Italia!
le cose fatte in 3 anni di governo https://goo.gl/l2YM8T

⬆ più 2 miliardi di euro dopo anni di tagli
✔ ArtBonus che ha portato oltre 4.250 mecenati a donare quasi 158 milioni di euro per circa 1.150 interventi,
✔ trenta nuovi musei autonomi
✔ bando di concorso per assumere 500 professionisti del patrimonio culturale
✔ la nascita e la popolarità di iniziative come la Capitale italiana della Cultura che nel 2018 sarà Palermo.
✔ domeniche gratuite e il record assoluto di 45,5 milioni di ingressi nei musei statali nel 2016, con una crescita complessiva degli incassi nel triennio pari a 47 milioni di euro.
Ma l’elenco continua.

BASTA PARLARE DI SCISSIONE DEL. GUARDIAMO ALLE COSE CHE CI UNISCONO! Penso che ciascuno di noi debba scongiurare e lavorare per evitare una rottura definitiva dentro il PD. Respiriamo profondamente e ragioniamo ancora. Che senso avrebbe buttare tutto all’aria? Me lo sono chiesta ripetutamente in questi giorni. Per me che sono cresciuta nella nuova generazione del Partito Democratico, che non sono ex niente, sento che le mie radici sono qui dentro. Ad ogni modo è impossibile pensare ad un partito democratico senza un vero dibattito interno. Lo abbiamo scolpito nel nome del partito, Democratico, appunto. Nelle ultime settimane la maggioranza ha fatto delle aperture politiche, non in ultimo quella di fare un congresso anticipato. Rossi ed Emiliano furono promotori di questa richiesta ma adesso sembra che ci abbiano ripensato. C’è un po’ di confusione, è vero. Ha ragione Bersani: prima il Paese, poi il partito come comunità e infine noi stessi come singoli. Questo dovremmo tatuarcelo addosso. Anche perché l’Italia che è uscita dalle urne il 4 dicembre ci ha detto che la nostra linea politica ha fallito e l’unico modo per ridiscuterla è esattamente il congresso che è giusto anticipare con una fase di discussione programmatica che investa tutti i militanti e gli iscritti al partito. Litigare sul calendario mi sembra surreale. Non vorrei che qualcuno avesse già deciso sulla scissione a prescindere da tutto. Spero che in queste ore prevalga il buon senso e che si recuperi un sano dialogo. Non mi va di assistere ad un’Assemblea con il coltello fra i denti. Ho sempre cercato i punti in comune, la condivisione di percorsi e per questo mi spenderò anche all’interno del Partito. La gente non capirebbe. Quella stessa gente che fa il Paese, quello stesso Paese che viene prima del Partito come comunità, e prima di noi stessi non capirebbe. Dobbiamo fare lo sforzo di tornare a farci comprendere. Ristabilire una connessione sentimentale con il nostro popolo. Questo almeno dalle ultime elezioni avremmo dovuto impararlo.

BASTA PARLARE DI SCISSIONE DEL #PD.
GUARDIAMO ALLE COSE CHE CI UNISCONO!

Penso che ciascuno di noi debba scongiurare e lavorare per evitare una rottura definitiva dentro il PD.

Respiriamo profondamente e ragioniamo ancora. Che senso avrebbe buttare tutto all’aria? Me lo sono chiesta ripetutamente in questi giorni. Per me che sono cresciuta nella nuova generazione del Partito Democratico, che non sono ex niente, sento che le mie radici sono qui dentro. Ad ogni modo è impossibile pensare ad un partito democratico senza un vero dibattito interno. Lo abbiamo scolpito nel nome del partito, Democratico, appunto.

Nelle ultime settimane la maggioranza ha fatto delle aperture politiche, non in ultimo quella di fare un congresso anticipato. Rossi ed Emiliano furono promotori di questa richiesta ma adesso sembra che ci abbiano ripensato. C’è un po’ di confusione, è vero.
Ha ragione Bersani: prima il Paese, poi il partito come comunità e infine noi stessi come singoli. Questo dovremmo tatuarcelo addosso. Anche perché l’Italia che è uscita dalle urne il 4 dicembre ci ha detto che la nostra linea politica ha fallito e l’unico modo per ridiscuterla è esattamente il congresso che è giusto anticipare con una fase di discussione programmatica che investa tutti i militanti e gli iscritti al partito. Litigare sul calendario mi sembra surreale.
Non vorrei che qualcuno avesse già deciso sulla scissione a prescindere da tutto. Spero che in queste ore prevalga il buon senso e che si recuperi un sano dialogo.
Non mi va di assistere ad un’Assemblea con il coltello fra i denti. Ho sempre cercato i punti in comune, la condivisione di percorsi e per questo mi spenderò anche all’interno del Partito.

La gente non capirebbe. Quella stessa gente che fa il Paese, quello stesso Paese che viene prima del Partito come comunità, e prima di noi stessi non capirebbe. Dobbiamo fare lo sforzo di tornare a farci comprendere. Ristabilire una connessione sentimentale con il nostro popolo. Questo almeno dalle ultime elezioni avremmo dovuto impararlo. Magda Culotta http://ift.tt/2l33Fib

Bonus Nido 2017, 1.000€ per l’iscrizione all’asilo: i requisiti, no tetto ISEE e invio domanda

Bonus Nido 2017, 1.000€ per l’iscrizione all’asilo: requisiti, ISEE e invio domanda

Bonus asilo nido 2017 confermato con la Legge di Bilancio: ecco perché non va confuso con il voucher asilo nido e baby sitter. Nell’attesa del decreto attuativo, ecco quello che c’è da sapere sul nuovo bonus Nido da 1.000€ l’anno. Read More…

“#Madonie Facciamo il salto di qualità se puntiamo sulle eccellenze enogastronomiche.

Abbiamo inaugurato l’Area Mercatale sullo svincolo di Irosa a Blufi. Si venderanno solo prodotti madoniti e siciliani e si potrà degustare in uno spazio dedicato.

Un altro passo importante per valorizzare le ricchezze della nostra terra.

Qui qualche scatto durante la visita inaugurale.”

1 2 3 212  Scroll to top